Mi presento in poesia


Sono una goccia d’inchiostro, un foglio bianco su cui scrivere.

Una penna, una matita dei tasti da schiacciare.

Sono un carattere, uno stile o può darsi sia solo un linguaggio scurrile.

Sono voci e parole, suoni striduli o una canzone.

Scorro lieve sul papiro, segni strani di un pensiero.

Sono io colui che detta, colui che scrive e colui che ascolta…

Chi sei tu  non è dato sapere, benvenuto al capezzale.

commenti
  1. poemonapage ha detto:

    Piacere di trovarti, cara poesia…

    Un saluto,
    Paola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...