La mafia ha vinto

Pubblicato: 20 luglio 2012 da Dario Stissi in Attualità, Il punto di Dario, Politica

La mafia ha vinto:

Perché dopo Falcone e Borsellino nessuno ha più combattuto la mafia come hanno fatto loro.

Perché la società Siciliana è servile ad un sistema clientelare che gestisce in maniera capillare ogni aspetto della società e che tutt’oggi non è stato scalfito.

Perché gli onesti e coloro che pagano le tasse sono visti come stupidi che non sanno trovare le giuste strade o “amicizie” per evitare di farlo.

Perché quando hai un’azienda tua  spesso e volentieri sei costretto a pagare una tassa che non è menzionata tra i contributi da dare allo stato e che silenziosamente tutti pagano, una tassa chiamata PIZZO.

Perché se denunci qualcuno che calpesta i tuoi diritti diventi tu quello che sta dalla parte del torto.

Perché se denunci qualcuno che sta dalla parte del torto e quel qualcuno viene arrestato è meglio che scappi il più lontano possibile perché quel qualcuno verrà presto rimesso in libertà e verrà subito a cercarti.

Perché quando ci sono le elezioni si mette in moto un sistema assurdo che vede sudditi di altri sudditi muoversi senza la minima vergogna alla ricerca di voti per uno o l’altro tizio suggeritogli da uno dei sudditi dei sudditi.

Perché la mafia è così bene organizzata che lo stato Italiano se la sogna un’organizzazione così:capillare, efficiente, sicura e soprattutto  POPOLARE.

Perché molti lavorano in nero e nel frattempo non si fanno mancare gli indennizzi per la disoccupazione mantenendo tenori di vita alla portata di medici e imprenditori.

Perché il futuro dei tanti giovani che si sono arresi alla mafia è quello di laurearsi e poi lavorare nei call center per le aziende del nord che assumono diplomati del nord.

Perché il futuro dei tanti giovani che si sono arresi alla mafia è quello d laurearsi e poi lavorare come commessi nei negozi dei tanti centri commerciali che stanno invadendo l’isola. I fortunati non assunti in nero però firmano buste paghe che riportano spesso e volentieri cifre che non saranno mai percepite. La busta però si deve firmare perché se no resti disoccupato e il tuo posto lo rimpiazzano in mezza giornata. Un’altro stupido, forse laureato e che forse ha preso quel posto di lavoro grazie a tizio o a caio che lo ha “raccomandato” . Il quale si ricorderà di te alle prossime elezioni, non dubitarne.

Perché dopo le migliaia di stragi che la mafia ha fatto nei decenni scorsi oggi invece tace e sembra sparita. Lo stato ha vinto? No ha vinto la mafia perché se le stragi sono finite, è perché la mafia non ha più nulla da chiedere;e perché non ha più nulla da chiedere? perché forse è stata accontentata.

Perché se hai bisogno di fare una visita medica hai due opzioni: aspettare mesi o addirittura anni per riuscire a farne una; o puoi accorciare i tempi a quasi pochi giorni contattando l’amico di famiglia (e non è difficile da trovare) e così la stessa visita con lo stesso dottore nello stesso ospedale in men che non si dica è bella e fatta. Anche in questo caso però l’amico si ricorderà di te e tu dovrai ricordarti obbligatoriamente di lui se no la prossima visita medica la farai tra 8 mesi.

Perché questo  sistema rende la popolazione schiava del sistema stesso; di un sistema che però non vacilla e che al contrario dello stato si dimostra sempre preciso e attento alle esigenze del popolo.

Perché i perché potrebbero riempire pagine intere di un libro, un libro che tutti come me conoscono bene ma che è sempre meglio non conoscere abbastanza. Un libro che ci conviene far finta di non conoscere perché in fondo qui da noi non si stai poi così male: soldi ne girano a palate, i centri commerciali esplodono, i frigoriferi sono pieni di ogni ben di Dio e la cosa più bella è che per lo stato siamo il terzo mondo, e a noi sta bene così. Siamo poveri, disoccupati e rozzi quando invece in realtà siamo solo tutti laureati, benestanti, lavoratori ma soprattutto MAFIOSI.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...